Sanguisughe !

Pubblicato il da costaavorio

sarkoouattaraLa notizia  data ieri da Jeuneafrique  e ripresa  subito dall'attentissima rivista "Rinascita"  è   sconcertante e ha dell'incredibile:
"Côte d'Ivoire : les entreprises françaises bientôt dédommagées pour les émeutes de 2004" ... Le imprese francesi saranno risarcite per i danni subiti in COsta d'Avorio nel 2004.

"

Le gouvernement Ouattara a décidé le versement de dix millions d’euros aux entreprises françaises sinistrées lors des émeutes de 2004, orchestrées par les partisans de Laurent Gbabgo à l’encontre des Français expatriés en Côte d’Ivoire.

Il governo di Ouattara ha deciso il versamento di 10 milioni di euro alle impresi francesi colpite dai disordini del 2004, organizzati dai partigiani di Laurent Gbagbo contro i francesi "migranti" in costa d'avorio "

 

Che Sarkozy avesse deciso di fare una guerra di conquista in Costa d'Avorio per fare soldi era chiarissimo. Che Ouattara fosse il candidato ideale per succhiare i soldi alla Costa d'Avorio  era chiarissimo. Che la Costa d' Avorio per opera di questa allegra   coppiola di manigoldi si trasformava da un paese modello per un socialismo nazionale a un modello di ricolonizzazione era fin troppo evidente.

Ma che si arrivassea tanta sfacciataggine era immaginabile.

Gia Ouattara - lo ricordiamo funzionario del FMI - aveva dato prova di servire bene gli interessi francesi durante le privatizzazioni degli anni '90, appena installato allla presidenza  ha stretto accordi per un prestito "umanitario" di 50 milione di euro con la Francia col quale ha compromesso la politica di indipendenza economica promossa in precedenza da Gbagbo e ipotecato le materie prime ( infatti l'esito è stato una clamorosa discesa del valore del cacao cioe' delle condizione di vita della popolazione ivoriana). Bene un quinto del prestito torna a stretto giro in Francia  un vero giochetto da abili banchieri (Manigoldi).
Magari gli altri  40 milioni potrebbero essere pagati ai soldati che hanno invaso la Costa d'avorio  o per pagare le bombe sganciate e le munizioni utilizzate....

In fin dei conti è del tutto chiaro che la norma per cui gli ivoriani escludevano sulla base della nazionalità i non ivoriani - come Ouattara che è nativo del Burkina Faso  - ha un senso non solo razzista come si dice ma pratico.

Ovviamente ben altre considerazioni dovrebbero essere fatte ... a partire sulle condizioni in cui hanno ridotto la Costa d'Avorio questi  elementi o sull'arroganza francese di chiedere danni per un evento da loro preparato ma gia' il solo gioco di prestigio dimostra che ormai hanno perso ogni inibizione alla vergogna e non temono l'indignazione dei cittadini perchè confidano nell'ignoranza in cui li hanno confinati manipolando l'informazione.

Con tag Colonialismo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post